• Edizione di domenica, 27 maggio, 2018

A Todi il Foligno pareggia 0-0 ma allunga ancora sulla Ducato e si porta a +12

PIXE!
febbraio12/ 2018

La gara Todi-Foligno, valida per la ventunesima gara del campionato di Promozione regionale girone B, svolta all’ impianto “Franco Martelli” di Pontenaia di Todi (PG) è terminata 0-0.

Per chi aveva fatto il palato alle tante vittorie condite da goleade del Foligno, un pareggio per 0-0 a Todi può sembrare un boccone amaro. I bianco-azzurri ci hanno provato fino alla fine, sprecando varie occasioni (rischiando anche qualcosina) e sbattendo contro una avversario che non ha fatto passare nemmeno gli spifferi e che, va detto, ha meritato di uscire imbattuto. Così, per la prima volta in campionato, il Foligno non è riuscito a segnare. Il punto del “Franco Martelli”, però, alla fine è un buon risultato, ottenuto contro una squadra in salute (10 punti nelle 4 gare precedenti a questa); in più, la contemporanea vittoria per 3-2 del Campitello in rimonta sulla Ducato di fatto permette ai Falchi di portarsi a +12 sugli spoletini secondi in classifica. Insomma, alla fine un pareggio che ha un retrogusto dolce.
LA SFIDA – Foligno che prova da subito a menare le danze, ma si capisce che il Todi non è in vena di regali: Luna o Nulla dispone i suoi con un arcigno e compatto 4-4-2, con otto uomini racchiusi in pochi metri sulle due linee di difesa e di mediana. I Falchi cozzano contro una disposizione del genere e, seppur manovrieri, collezionano solo qualche occasione “sporca”. Come al 5’, quando Ercolani di testa prova il retropassaggio verso Cozzi, sulla palla si avventa Braccalenti che però è defilato e murato in angolo; oppure al 18’, con Pagliarini in proiezione offensiva che accentra per Gjinaj che verticalizza subito per Braccalenti, anticipato in scivolata da Farina, che però spazza lateralmente in area, dove dalla parte opposta raccoglie Agostini che tira a botta sicura, trovando il muro di Ercolani. Insomma, il leit-motiv è quello del Foligno che manovra, tiene il possesso, prova lanci, affondi, azioni personali, ma il Todi è un bunker. Il fortino locale potrebbe però clamorosamente capitolare nel recupero (46’): su rilancio di Cozzi, Salvucci di testa rimanda in avanti; liscio di Ercolani che permette a Gjinaj di involarsi solo davanti al portiere fuori dai pali; il pallonetto a giro del bomber folignate però si alza sopra la traversa per la disperazione dei tifosi bianco-azzurri. In avvio di ripresa è invece il Todi a sembrare più sbarazzino, con due importanti occasioni provenienti dalla fascia destra: al 2’ Lepri dal fondo mette a centro area, dove la girata dell’eterno Tarpani (classe ’75) finisce alta; poi al 19’, con Nulli Gabbiani che scodella al centro, dove Tarpani con una finta favorisce il movimento di Banelli che piazza malissimo il piattone. A parte queste due iniziative, il Foligno sarà il protagonista delle azioni offensive della ripresa: al 7’, ad esempio, è servito un super Cozzi a respingere di piede un diagonale dell’ex Cascianelli su perfetto invito di Gjinaj, abile a crossare dal fondo dalla parte opposta. Il Todi serra i ranghi, corre e lotta; il Foligno con il passare dei minuti accentua la spinta trovando però sempre meno spazi ed anche poca precisione negli appoggi negli ultimi metri. Così, oltre a qualche mischia, si deve provare la carta del calcio piazzato: al 37’ Toma fa urlare al gol dal limite, ma la palla incoccia sulla traversa; al 40’, invece, è di poco alto il sinistro di Petterini. Ancora il capitano all’ultimo assalto (48’) mette dentro dal lato corto dell’area un calcio di punizione che Gjinaj gira di testa alto sul primo palo. Polveri bagnate e 0-0, ma basta per un altro piccolo allungo che avvicina sempre di più il Foligno al traguardo.

Queste le dichiarazioni del tecnico del Foligno Antonio Armillei al termine del match: «Nel primo tempo la partita è stata molto equilibrata; nella ripresa, a parte i primi minuti, abbiamo fatto sempre noi la partita, creando varie opportunità e andando varie volte al cross. Ci sta. Il Todi si è difeso molto bene e ha fatto il suo. Normale che se non riesci a sbloccarla, loro si chiudono e trovi ancora più difficoltà. Secondo me abbiamo fatto un’ottima partita, contro una squadra che forse ha messo un pizzico di cattiveria e determinazione in più di noi, ma io sono soddisfatto dei miei. Possiamo dire che è un punto guadagnato».

TODI – FOLIGNO 0-0
TODI: Cozzi, Farina, Storti, Ercolani, Brozzetti, Avellini, Lepri, Trombettoni, Tarpani, Banelli (34’ st Coata), Nulli Gabbiani
A disp.: Carrino, Bianconi, Conti, Santibacci, Innocenzi, Seghetti. All.: Luna o Nulla
FOLIGNO: Roani, Ziarelli, Pagliarini, Salvucci, Petterini, Bucciarelli, Gjinaj, Agostini, Cavitolo (38’ st Iachettini), Cascianelli (22’ st Toma). A disp: Palanca, Montanari, Gentili, Baldoni, Giabbecucci. All.: Armillei
ARBITRO: Anelli di Terni (Salari di Perugia – Poggi di Terni).
NOTE: spettatori 350 circa. Ammoniti: Farina (T), Agostini (F), Tarpani (T), Salvucci (F), Cozzi (T). Angoli: 2-7. Recuperi: 1’ pt e 3’ st.

(foto d’archivio: la gradinata dello stadio Blasone, anno 2006)

PIXE!