• Edizione di domenica, 29 Novembre, 2020

Festa scienza e filosofia, i ragazzi si raccontano

  • 1038
  • 1038
  • 1038
  • 1038
  • 1038
  • 1038
eris
Maggio03/ 2016

C’è chi si è occupato delle riprese video e chi ha accolto il grande pubblico, chi ha intervistato i protagonisti e chi li ha assistiti durante la loro permanenza in città. Insomma, c’è tutto un mondo dietro la VI edizione della “Festa di Scienza e Filosofia” che porta non solo la firma degli addetti ai lavori – ossia la squadra messa in piedi dal direttore del Laboratorio di Scienze Sperimentali, il professor Pierluigi Mingarelli –, ma anche dei tanti ragazzi che hanno preso parte alla costruzione della grande manifestazione culturale di Foligno, andata in scena dal 14 al 17 aprile scorsi.

Questa edizione 2016 della “Festa di Scienza e Filosofia” si è infatti contraddistinta per essere stata non solo una manifestazione dedicata ai giovani, ma costruita insieme a loro. Ed è stato proprio per fare dei ragazzi dei veri e propri protagonisti, che la grande manifestazione culturale è stata divisa in più parti ed affidata a gruppi di studenti, ciascuno dei quali coordinato da un tutor. A scendere in campo sono stati quasi 200 giovani degli istituti del comprensorio, entrati a far parte della grande famiglia del Laboratorio di Scienze Sperimentali di Foligno nell’ambito del progetto di alternanza scuola-lavoro.

Ad aderire, il Liceo classico e di scienze umane “Frezzi – Beata Angela”, il Liceo scientifico “Marconi”, l’Istituto tecnico economico “Scarpellini”, l’Istituto tecnico industriale “Leonardo Da Vinci” e l’Istituto professionale di stato “Emiliano Orfini” per ciò che riguarda Foligno, a cui si sono aggiunti quelli dell’istituto gualdese “Casimiri” e del “Giordano Bruno” di Perugia.

Nel dettaglio i ragazzi si sono occupati dell’organizzazione logistica, dell’accoglienza e gestione dell’infopoint, dell’assistenza tecnica nelle sale e delle registrazioni, della diffusione delle informazioni e della grafica pubblicitaria. Tra loro, poi, gli “Ambasciatori della Festa” che hanno intessuto relazioni dirette con gli illustri ospiti della VI edizione della manifestazione, confrontandosi su temi scientifici e filosofici. A guidarli, come detto, dei tutor. Oltre a quello del professor Mingarelli, i ragazzi hanno potuto infatti contare anche sul supporto di Corrado Morici, Arianna Duranti, Simona Dominici, Maira Grassi e Leonardo Angelini.

E di questa esperienza, ora, gli studenti torneranno a parlare mercoledì 4 maggio, nel corso dell’appuntamento ospitato a palazzo Trinci. A partire dalle 10.30, la sala Rossa ospiterà infatti un momento di confronto su quanto fatto prima, durante e dopo la VI edizione della “Festa di Scienza e Filosofia” e sulle competenze acquisite. In programma, dunque, un incontro di valutazione, così come previsto dalla stessa normativa che disciplina il progetto di alternanza scuola-lavoro.

eris