• Edizione di mercoledì, 14 novembre, 2018

Il David di Michelangelo nella chiesa dell’annunciata

redazione sportiva
giugno29/ 2017

Ci risiamo: David contro Golia.
Questa volta la tenzone avviene a Foligno in una Chiesa progettata da Carlo Murena eccellente architetto romano, (Collalto Sabino 1713) per le monache Francescane
dell’Annunziata.

Dal 2011 all’interno della chiesa riposano le spoglie “immortali” della Calamita Cosmica di proprietà della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno, opera realizzata dal controverso ed enigmatico Gino De Dominicis (Ancona 1947), considerata la più importante espressione plastica della seconda metà del ventesimo secolo.

La Calamita Cosmica dal 1988, anno di realizzazione, al 2011 ha conosciuto tanti luoghi in tutta Europa dove potentemente ha fatto mostra di sé.

La richiesta per una nuova esposizione esterna giunge dai cugini di Firenze che hanno chiesto in prestito Calamita Cosmica quale superstar nell’ ambito della Grande Mostra Ytalia ( da metà primavera a fine estate); sarà esposta sui bastioni del Forte Belvedere proprio di fronte alla cupola di Messer Brunelleschi; tant’è che una mattina di maggio
(il giorno 4) la Calamita parte da Foligno e giunge a Firenze.

Per uno “Scheletrone” che parte, un Baldo Giovane arriva; si tratta di un modello perfetto del David di Michelangelo che rizzato sul suo basamento fino ad un’altezza di 7.30mt vuole, senza offendere il legittimo inquilino della chiesa, manifestare la potenza della verticalità in serena contrapposizione all’orizzontalità di Calamita (cfn. Tomassoni). Oggi il David a Foligno si presenta in veste conteporanea così come nel 1501 Michelangelo lo presentò a Firenze spogliato del vestito che gli era stato
confezionato precedentemente.

Ebbene, dopo la visita sono certo che tutti anche qui riconosceranno il genio
Michelangiolesco, così ancora una volta: David sconfiggerà Golia.

redazione sportiva