• Edizione di domenica, 29 Novembre, 2020

Nuova Valdichienti tra Colfiorito e Serravalle

  • 195
  • 195
  • 195
  • 195
  • 195
  • 195
  • 195
  • 195
PIXE!
Luglio10/ 2015

È stato inaugurato venerdì 15 gennaio (vedi fotogallery) il tratto Colfiorito-Serravalle della strada statale 77 Val di Chienti, nove chilometri di nuova strada a quattro corsie tra l’Umbria e le Marche. Alla cerimonia, che si è svolta alla galleria Bavareto (Serravalle di Chienti, in provincia di Macerata), alla presenza del ministro delle Infrastrutture e Trasporti Maurizio Lupi, hanno preso parte per la Regione Umbria la presidente Marini e gli assessori regionali alle Infrastrutture, Silvano Rometti, e allo Sviluppo economico, Vincenzo Riommi. Tra gli intervenuti, inoltre, il presidente dell’Anas Pietro Ciucci, il presidente della società Quadrilatero Marche Umbria spa Guido Perosino e il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca.

“Con l’inaugurazione di oggi – hanno detto Marini e Rometti – per la rete viaria fra Umbria e Marche si apre un anno particolarmente significativo a compimento del forte impegno e della stretta collaborazione fra Regione, Ministero delle Infrastrutture, società Quadrilatero. Si segna un nuovo futuro di crescita socioeconomica per i territori umbri e marchigiani: il completamento dei lavori sull’intero tratto Foligno-Pontelatrave-Collesentino e del tratto Pontecesimo-Foligno per l’allaccio tra la statale Flaminia e l’asse principale della Ss 77 Val di Chienti, quest’ultimo finanziato con risorse regionali, la realizzazione dello svincolo di Scopoli che è stata reinserita nel progetto ed è attesa per il prossimo anno, ci consentiranno di disporre di un’infrastruttura indispensabile per il miglioramento della mobilità e la velocizzazione dei collegamenti”.

“Il completamento della nuova Val di Chienti – ha sottolineato nel suo intervento la presidente Marini – rappresenta un ulteriore passo in avanti per il definitivo superamento dell’antico isolamento dell’Umbria rispetto alle grandi infrastrutture di comunicazione. Questa arteria – ha aggiunto – assume particolare importanza per il sistema economico, soprattutto per il tessuto delle imprese cui permetterà un più veloce collegamento con il porto di Ancona, e potrà aprire nuove opportunità ai sistemi economici di entrambe le regioni”.

La presidente Marini ha voluto ringraziare “tutti coloro che hanno contribuito alla costruzione della nuova strada, a cominciare dai lavoratori”.

“Con l’apertura di questo tratto – ha rilevato – la grande collaborazione che si è realizzata in questi anni fra le Regioni Umbria e Marche segna una concreta realizzazione. Umbria e Marche sono state Regioni antesignane – ha ricordato – nella cooperazione istituzionale che si è sviluppata oltre che sul versante delle infrastrutture, anche su quello dei servizi e della sanità”. “Tutto ciò conferma – ha proseguito – che per garantire ai cittadini, alle imprese, all’economia in generale migliori servizi, la collaborazione tra territori e dunque fra Regioni rappresenta la scelta più efficace”.

La presidente Marini e l’assessore Rometti hanno auspicato che “sia quanto prima reso funzionale anche il tratto umbro della direttrice Perugia-Ancona, di cui sono state realizzate le opere più complesse”.

La Regione Umbria “continuerà nella sua azione volta a favorire quanto più possibile l’avanzamento delle procedure e della realizzazione delle opere strategiche per i collegamenti interregionali e nazionali”.

PIXE!