• Edizione di domenica, 29 Novembre, 2020

La Voce dei Tifosi. Roberto Sebastiani (in arte Daffy): “ Fiducia nel presidente ma serve stabilità”

MC
Ottobre13/ 2016

Appuntamento con lo storico tifoso biancoazzurro Daffy che analizza il passato e il presente della squadra di calcio della nostra città dove ormai invece di parlare di un gesto tecnico, di una parata, di una punizione all’incrocio dei pali, si parla di banche, stipendi,debiti, fatture, guasti alle tubature dell’acqua…

Roberto, domenica eri presente nel piazzale della gradinata quando il presidente Ius si è intrattenuto con i tifosi. Quali impressioni hai avuto?

“ A livello economico Ius sta facendo quello che può nei confronti della città; non dimentichiamo che c’è una vecchia gestione disastrosa che oggi vuole passare come una gestione di santi; mi viene da ridere. Domenica il presidente ci ha riferito che pagherà gli stipendi ai ragazzi entro la metà di novembre: io mi auguro sinceramente che sia cosi. Ad oggi mi sento di ringraziarlo e dargli fiducia in quanto la città non sta rispondendo per nulla sia a livello di pubblico che a livello di amministrazione comunale. Mi domando solo una cosa: la manutenzione straordinaria dello stadio a carico di chi è ?? del Foligno?? C’è una perdita di acqua causata da un guasto alle tubature che risale ai tempi della gestione degli impianti della Tmc, quindi dalla notte dei tempi, possibile che in tutto questo tempo non si sia trovata una soluzione? ”.

Baratteresti una retrocessione con una società solida?

“ Si senza dubbio; non potrò mai fare salti di gioia per una retrocessione ma quando hai una società solida vuol dire che hai una base per costruire. Vincere i campionati è una naturale conseguenza . Il punto fondamentale sono gli stipendi: è un segno di stabilità. In giro per l’Italia non mi sembra che ci sia tutto questo benessere: Ancona, Mantova tutte realtà che fanno la serie c sono in acque molto peggiori delle nostre”.

Hai avuto modo di vedere all’opera la squadra? Quali sono i punti deboli secondo te?

“ Ho avuto modo di assistere alle partite contro l’Aquila e domenica contro l’Albalonga; le grandi problematiche sono in attacco e a porta anche se concediamo un po’ troppo anche a centrocampo. Occorrono assolutamente una punta e un portiere. Dicono che sia libero Biscarini; lo prenderei ad occhi chiusi”.

Cosa pensi di questa circo mediatico che si sta scatenando sui social network tra dirigenti vecchi e nuovi?

“ Penso che siamo al ridicolo; posso capire i tifosi ma il ruolo di dirigente impone a mio modo di vedere il silenzio soprattutto se fosse vero quello che dichiara Ius cioè che il debito dichiarato era X salvo poi scoprire che era X al quadrato. Ognuno si prenda le proprie responsabilità e tra questi non menziono Nuccilli per ovvi motivi.”.

L’ Associazione “Folignalità” è ormai ai nastri di partenza; ne farai parte?

“ Sono a completa disposizione di Claudio Santarelli; non avrò un ruolo nell’organigramma ma di certo parteciperò attivamente. A mio modo di vedere uno degli obiettivi dell’associazione dovrebbe essere quello di prendere in gestione campo di Marte visto che in quella zona molto probabilmente sorgerà un polo sportivo in collaborazione con rugby ed atletica.”.

 Cosa rimpiangi dei tempi passati?

“ Rimpiango praticamente tutto: dal lunedì alla domenica nei bar, nei circoletti, al corso non si faceva altro che parlare dei Falchi. Ringrazierò per sempre Zampetti e Diotallevi per averci regalato emozioni che sembrano ormai lontane anni luce. Il calcio è una ruota che gira: qui ormai da parecchi anni il ciclo è finito e mi auguro con tutto il cuore che tra non molto tempo ne possa cominciare un altro vincente ”.

MC