• Edizione di martedì, 23 gennaio, 2018

Sicurezza Informatica: WannaCry – gli Stati Uniti accusano la Corea del Nord

PIXE!
dicembre29/ 2017

La scorsa settimana Thomas Bossert, consigliere di Donald Trump per la sicurezza interna e l’antiterrorismo alla Casa Bianca, ha accusato la Corea del Nord di essere tra gli artefici del clamoroso attacco informatico basato sul ransomware WannaCry, che nel mese di maggio ha colpito tantissime aziende nel mondo, spingendo addirittura il governo britannico a un’interrogazione parlamentare per stimarne i danni causati. Lo stesso consigliere ha sottolineato in un’intervista sul Wall Street Journal come l’accusa statunitense verso il governo di Pyongyang si basi su prove. “Non siamo gli unici a sostenere la responsabilità della Corea del Nord: altri governi e società private sono d’accordo con noi”.

Sempre secondo Bossert l’attacco WannaCry è stato “codardo e costoso e la Corea del Nord è direttamente responsabile. Non lanciamo accuse alla leggera. Sono basate su prove” e ha continuato evidenziando come “le conseguenze e le ripercussioni di WannaCry sono andate al di là dell’impatto economico. Il virus ha colpito in modo particolarmente duro il sistema sanitario inglese, mettendo vite umane a rischio”.

“Mentre lavoriamo per rendere internet più sicuro, continuiamo a ritenere responsabili coloro che ci fanno del male e ci minacciano, sia che agiscano da soli sia che agiscano per organizzazioni criminali o per paesi ostili – ha proseguito il consigliere. – Gli hacker maligni appartengono al carcere, e i governi totalitari devono pagare un prezzo per le loro azioni”.

Bossert ha concluso il suo intervento sostenendo che il governo nord coreano “continua a minacciare l’America, l’Europa e il resto del mondo non solo con le sue aspirazioni nucleari. Sta usando sempre più i cyber attacchi per alimentare il suo comportamento e causare distruzioni”.

Senza entrare nel merito del confronto politico tra USA e Corea del Nord, ESET Italia ricorda a tutti come sia di fondamentale importanza verificare la propria vulnerabilità al WannaCry, oltre naturalmente a utilizzare un software di protezione antimalware efficace e costantemente aggiornato.

Per verificare la presenza della vulnerabilità EternalBlue, che consente a questo ransomware di infettare automaticamente i sistemi, è possibile utilizzare il seguente strumento gratuito di ESET: ESET Eternal BlueChecker.

PIXE!