• Edizione di domenica, 31 Maggio, 2020

Spoleto, il Festival pianistico compie 20 anni

eris
Maggio12/ 2016

Il Festival Pianistico di Spoleto festeggia la sua ventesima candelina, compleanno importante che non a tutte le manifestazioni culturali è dato di riuscire a raggiungere.

L’Edizione 20 prenderà il via con un evento insolito e particolare, nel segno di quelli che in tutti questi anni sono stati i tratti caratteristici della manifestazione: cambiamento, rinnovamento, proposta, scoperta.

Domenica 15 Maggio infatti si partirà, è davvero il caso di dire così, con una gita al Museo del Pianoforte Storico e del Suono di Fabriano, viaggio che vuole rendere omaggio allo storia dello strumento che è stato al centro di ogni iniziativa realizzata dal Festival dal 1997 ad oggi.

Quindi si proseguirà, a grande richiesta di pubblico, con uno dei successi della passata edizione, Musica Verde, le domeniche con trekking, pranzo con cucina casalinga e concerto privato realizzate nell’anno passato tra Settembre ed Ottobre.

Musica Verde 2016 è programmata in sei date, tre fra Maggio e Giugno e altre tre fra Settembre e Ottobre. I vari appuntamenti prevederanno ogni volta diversi percorsi, menu e programmi musicali.

Non finisce qui però, perché un’altra singolare caratteristica di questa Edizione 20 sarà quella di avere un “programma aperto” ovvero in continua evoluzione, non definito e completo già in partenza. Per tutti quelli che seguono il Festival Pianistico, per gli appassionati di cultura in generale e di musica in particolare, per chiunque fosse interessato il consiglio è quello di seguire con attenzione il sito internet del Festival, e meglio ancora di iscriversi alla Newsletter del Festival, per non perdere neanche un aggiornamento.

 

Dalla fine dell’estate si aggiungeranno sicuramente al programma una serie di concerti nella forma della Haus Musik: salotti di abitazioni private che si apriranno al pubblico, si trasformeranno in piccole sale da concerto dove la musica potrà essere “vissuta da vicino”.

E dulcis in fundo, progetto in cantiere è pure quello di un Capodanno insieme al Festival Pianistico di Spoleto. Evento che con non segnerà la fine di questa Edizione 20 che con tutta probabilità è anche destinata a varcare i limite dell’anno solare.

eris