• Edizione di mercoledì, 20 settembre, 2017

Segni Barocchi, il programma della Notte Barocca

redazione sportiva
settembre08/ 2017

Arriva la Notte Barocca sabato 9 settembre a Foligno, tra incontri, spettacoli e concerti nell’ambito della XXXVIII edizione del Festival Segni Barocchi, in collaborazione con l’Ente Giostra della Quintana. Si parte in centro città alle 16,30 con “Barocco e Neo Barocco in vetrina”, una sinergia tra l’Associazione Innamorati del Centro, Pro Foligno e Ente Giostra Quintana. Allo stesso orario la Mostra Mercato “Barocco in libreria”, fruibile nel circuito delle librerie Aniquarian Bookshops of umbria, Editoriale Umbria, Il Formichiere, il Savalibro, Nuovissima Libreria Carnevali. Alle 17,30 nella sala delle conferenze di Palazzo Trinci si potrà assistere alla conferenza spettacolo con degustazione tenuta da Raffaele Riccio dal titolo “Archibugiate, mendicanti, tabù alimentari, superstizioni”, storie di vita quotidiana nelle città del Seicento. Tanti aspetti, strani e contraddittori, caratterizzavano la vita di tutti i giorni nelle città europee del Seicento: fasto e miseria, splendori, meraviglie e accattonaggio, parate, processioni ed archibugiate spesso si sovrapponevano negli stessi spazi e accadevano contemporaneamente.
Dalle 21,30 in via Isolabella “La notte delle stelle”, una visita guidata da Arnaldo Duranti al Planetario del Laboratorio di Scienze Sperimentali con proiezioni alle 21,30 e alle 22,30 in collaborazione con il Laboratorio di Scienze Sperimentali e l’Associazione Astronomica Antares.
Anche i musei cittadini “parteciperanno” alla Notte Barocca. Si potrà visitare, con un piccolo contributo di 3 euro, il Museo Multimediale dei Tornei, delle Giostre e dei Giochi di Palazzo Trinci (visite guidate 0re 21,30 e 22,30) in collaborazione con la Coop Culture. Dalle 21 alle 24 aperto il Museo Capitolare Diocesano e la Cripta di San Feliciano; con un contributo di 4,50 euro, visite guidate alle 21,30/22,30/23,30 in collaborazione con la Diocesi di Foligno.
Al Polo Ciac, in via del Campanile 13, alle 21,15 e alle 23, il duo “BarocContemporary”, composto da Manolo Rivaroli, voce, percussioni, live electronics e Matteo Marcucci, chitarra baritona, si esibirà nella performance dal titolo “Hypnerotomachia Poliphili”. Il duo affronta costantemente la rilettura dell’estetica barocca da una prospettiva contemporanea. All’altro Polo Ciac dell’ex chiesa della Santissima Trinità in Annunziata di via Garibaldi 153 si potrà assistere all’esibizione del duo Andrea Cortesi, al violino, e Marco Venturi, al pianoforte, che si esibiranno nel concerto “Bach Lovers”, su partiture di Mendelssohn, Silvestrov, Kancheli (Miniature per violino e pianoforte, Prima assoluta). I due eventi sono frutto della collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno. Il costo del biglietto è di 4 euro.
In piazza della Repubblica lo spettacolo di punta dell’edizione 2017 di Segni Barocchi, affidato quest’anno alla compagnia francese Lilou, che porta in scena, “Les Allumeurs d’Etoiles”. Lo spettacolo itinerante partirà da Corso Cavour alle 22,15 per arrivare in Piazza della Repubblica alle 22.30, dove avrà inizio una rappresentazione simbolica, visuale e onirica, ispirata al mondo delle stelle e al mondo poetico dei lampionai. Articolate intorno a nove quadri, dall’inizio della notte fino alle prime luci dell’alba, le scene conducono dolcemente gli spettatori a farsi attori, costellazioni luminose che formano la volta celeste. Sulla scena due stelle, Sothis e Cassiopea, che con il loro canto lirico invitano il pubblico a condividere un tempo di poesia. L’elemento centrale dello spettacolo, la Luna, è condotto da un carro. Fonte di ispirazione, simbolo della scansione temporale, crea un’atmosfera evocativa e magica. La luce, la musica e il canto, tutto concorre a creare un mondo fantastico, una sospensione del tempo, un sogno ad occhi aperti che come tutte le chimere affascina piccoli e grandi.

redazione sportiva