• Edizione di mercoledì, 3 Marzo, 2021

Il futuro dell’altopiano di Colfiorito con la nuova Valdichienti

eris
Giugno30/ 2016

L’imminente apertura del nuovo tracciato della strada statale 77 potrà offrire nuove opportunità di collegamento tra Umbra e Marche ma potrebbe anche marginalizzare la zona montana, in particolare l’area di Colfiorito. Se ne parlerà a Domenica@Colfiorito, l’iniziativa in programma il 3 luglio, con diversi appuntamenti, tra la frazione montana folignate e Serravalle del Chienti. La manifestazione è promossa da Pro Loco Camerino, Pro Foligno, il servizio Parco di Colfiorito, con la collaborazione delle Pro loco di Muccia e Serravalle, della Consulta di coordinamento tra le associazioni delle valli degli altopiani della montagna folignate, dell’unità pastorale San Marone, della Fie valle umbra trekking, sezione di Foligno e del Cai, sezione di Camerino e Foligno.

Nel presentare il programma della giornata, Paolo Gubbini, consigliere incaricato per il Parco di Colfiorito, ha ricordato l’importanza della costituzione di una rete di associazioni per valorizzare il territorio, dal punto di vista enogastronomico ma anche cicloturistico, attraverso vari percorsi. Il programma prevede come evento centrale un dibattito sul tema “Eccezionalità di un antico percorso” con Bruno Toscano, Gilberto Pambianchi, Emore Paoli, Luciano Giacchè, Angelo Velatta, Chiara Serenelli, Fabio Bianconi, Marco Filippucci. Concludono l’incontro Gianluca Pasqui, sindaco di Camerino e Rita Barbetti, vicesindaco di Foligno.

Ci saranno anche momenti conviviali con la degustazione di prodotti a chilometri zero. Nel pomeriggio trasferimento – anche con un corteo di auto d’epoca, a Serravalle di Chienti, con il concerto delle bande musicali di Camerino e Annifo. Per lo Pro Foligno, è intervenuto il consigliere Paolo Battaglini sottolineando il fatto che “si è creata una comunione di intenti” tra le varie associazioni in questa occasione.

Per l’assessore allo sviluppo economico, Giovanni Patriarchi, il nuovo asse viario “deve rappresentare un’occasione di sviluppo per il territorio”. Il sindaco Nando Mismetti ha messo in evidenza che “è necessario il coinvolgimento delle associazioni per raggiungere l’obiettivo di valorizzare questa area. La nuova 77 apre un’altra epoca ma occorre accompagnare le varie iniziative, come i percorsi ciclistici con le qualità culturali di questo territorio in modo tale che ci sia un interesse costante per questa zona”.

eris