• Edizione di martedì, 14 Luglio, 2020

Foligno calcio, Mismetti: Il destino ormai è segnato

eris
Dicembre16/ 2016

E’ finito in carcere giovedì 15 dicembre il presidente del Foligno calcio, Gianluca Ius (nella foto): le accuse nei suoi confronti sono riciclaggio, emissione di fatture false e truffa aggravata ai danni dello Stato per circa un milione di euro. Ius viene considerato dagli inquirenti il personaggio cardine dell’indagine della finanza che già nel 2013 aveva arrestato l’attuale presidente del Foligno Calcio sempre con l’accusa di riciclaggio nell’ambito dell’inchiesta sull’illecito sistema di affidamento degli appalti Enav-Finmeccanica.

Si chiude dunque nel peggiore dei modi questa bruttissima pagina di storia del Foligno, una società che dopo aver conosciuto un periodo splendido (presidente Maurizio Zampetti) sfiorando addirittura la promozione in serie B, è piombata nel baratro senza alcuna prospettiva all’orizzonte.

In un laconico comunicato stampa diffuso poche ore dopo l’arresto di Ius, il sindaco Nando Mismetti ha dichiarato che “La società di calcio Foligno ha il destino segnato, al di là di quanto avvenuto stamani. L’unica prospettiva è la possibilità di avviare un ragionamento con le società sportive della città. Nelle prossime ore incontrerò i responsabili di alcune società sportive”.

 

eris